Si abbassa il sipario sulla 56^ edizione del Torneo delle Regioni di calcio a cinque in Puglia #tdr2017, la manifestazione che coinvolge tutti i calciatori e calciatrici dell’Italia dilettantistica giovanile di futsal. Le finali sono andate in scena nella suggestiva cornice del Palaflorio di Bari.

La Calabria riscrive la sua storia, centra per la prima volta un titolo di calcio a 5 e lo fa nella categoria regina, la Juniores. Monterosso, De Cario, protagonista quest’ultimo di un recupero formidabile da un infortunio, si prendono la rivincita dopo il ko subito nel 2016 ai rigori sempre con la Juniores. Dopo due semifinali consecutive quindi la Calabria riesce ad alzare il trofeo. Minnella e Martino alla loro seconda partecipazione di fila, dopo quella con gli Allievi nella scorsa edizione, centrano il bersaglio grosso. Luca Frustace con la doppietta in finale si laurea capocannoniere della categoria con 12 reti. Tripletta per Simone De Cario che saluta il torneo con nove reti all’attivo. Un centro per Luigi Monterosso che chiude la competizione a quota otto centri. L’Emilia Romagna si ferma proprio sul più bello come già accaduto nel 1985.

Il Lazio Allievi si “vendica” della sconfitta nella finale dello scorso anno e supera il Veneto prendendosi il suo quarto titolo in cinque edizioni della categoria. Per sei giocatori del Lazio è il secondo successo consecutivo dopo quello Giovanissimi del 2016. Si tratta di Achilli, Ferretti, Bellucci, Parmegiani, Quagliarini e Bernardini. Calzetta, Peroni e Filipponi si son presi la rivincita, erano presenti nella finale Allievi persa nel 2016. Nel Veneto Francesco Coppe è l’unico che ha sfiorato il secondo successo di fila negli Allievi. Dopo la delusione nei Giovanissimi 2016 D’Erme e Cesari devono mandar giù un boccone amaro anche negli Allievi. Nel Lazio a Bellucci e Quagliarini non è riuscito il record di segnare anche in questa finale dopo quella Giovanissimi del 2016. Ci ha pensato capitan Dario Filipponi a timbrare tre volte il cartellino chiudendo il torneo a quota 9 reti. Un centro anche per Simone Achilli, per lui sono sei le firme in questa edizione.

Nei Giovanissimi il Veneto torna ad alzare la coppa dopo quella del 2013 scalzando dal gradino più alto i campioni in carica del Lazio. Nella scorsa edizione i veneti furono fermati in semifinale ai rigori dal Piemonte VdA, questa volta la dea bendata sorride ai ragazzi di Roberto Quaranta che proprio ai penalties superano i laziali. Il Veneto mette in bacheca il secondo titolo della categoria più giovane raggiungendo la Sicilia. Matteo Colledan che insieme a Marco Bandiera è l’unico superstite della scorsa edizione chiude il torneo a quota 9 gol laureandosi capocannoniere della categoria insieme ad Ansaloni dell’Emilia Romagna. Al mister del Lazio David Calabria non riesce lo storico bis.

Nel femminile il Veneto dopo due anni torna ad alzare il trofeo già conquistato nel 2014. Di quel gruppo l’unica che è rimasta e può gioire un’altra volta è Ilaria Scolaro. Polese, Pillon e Soldan alla seconda partecipazione possono già alzare una coppa. Alessia Longato ha marchiato a fuoco il match con una doppietta, per lei sono dieci i gol nel torneo. La Toscana ha sfiorato la storia, per la prima volta in finale non è riuscita nell’impresa. La formazione di Roberto Coccia si può consolare con la prestazione di Giulia Teggi autrice di una tripletta in finale. La calciatrice della Futsal Florentia chiude il torneo in testa alla classifica marcatrici con 15 gol.

Hanno premiato le otto squadre finaliste il Presidente della Lega Nazionale Dilettanti Cosimo Sibilia, il numero uno del CPA Puglia Vito Tisci, il Presidente e Il Vice Presidente della Divisione Calcio a cinque Andrea Montemurro e Vittorio Zizzari, i Consiglieri Federali LND Antonio Cosentino e Giuseppe Caridi. Presenti il Presidente del Cr Calabria Saverio Mirarchi e il Segretario della LND Massimo Ciaccolini.

Cosimo Sibilia ha premiato tutte le vincenti:” Fin dalla cerimonia d’inaugurazione ho capito che questo torneo avrebbe regalato grandi emozioni. La macchina organizzativa è stata perfetta, tutto è stato predisposto per esaltare non solo l’aspetto agonistico ma soprattutto per facilitare l’incontro tra tutte le Rappresentative in un grande evento sportivo. Nonostante la posta in palio fosse importante non è mai mancato il Fair Play. La Puglia ha dimostrato tutta la vitalità e la dinamicità di cui è capace, una regione splendida con una grande tradizione nel calcio a cinque. Il numero uno del CR Puglia Vito Tisci, in questo caso il padrone di casa della manifestazione, ha tracciato il bilancio conclusivo:” Abbiamo compiuto uno sforzo organizzativo immane ma n’è valsa la pena, lo abbiamo fatto con il sorriso perché amiamo il calcio e il futsal. Credo che tutto sia andato nel migliore dei modi, oltre ogni più rosea previsione. Certi risultati si ottengono solo quando tutti remano dalla stessa parte e si fa sistema. E’ quello che è successo per questo torneo, grazie a tutte le istituzioni sportive e politiche, ai partner commerciali, ai volontari, a tutti coloro che si sono impegnati per esaltare l’eccellenza della Puglia”.

Un successo le dirette streaming sulla pagina Fabebook ufficiale della Lega Nazionale Dilettanti facebook.com/LegaDilettanti e sul sito ufficiale del torneo torneodelleregioni.lnd.it che hanno raggiunto per le Finali e le Semifinali più di 600.000 persone in media in ogni match. Un crescendo rossiniano se pensiamo che le gare dei gironi avevano raggiunto in media 150.000 utenti e quelle dei Quarti 300.000.